Nasce il Comune di Valbrenta arriva il comissario prefettizio Patrizia Russo

Nasce il Comune di Valbrenta, una nuova pagina nella storia locale. A scrivere il primo, anche se breve, capitolo sarà il commissario prefettizio Patrizia Russo, che guiderà il […]

Nasce il Comune di Valbrenta, una nuova pagina nella storia locale. A scrivere il primo, anche se breve, capitolo sarà il commissario prefettizio Patrizia Russo, che guiderà il nuovo ente fino alle prossime elezioni, in primavera. Poi ci sarà un nuovo sindaco, e tra i candidati eleggibili  il nome del primo cittadino del Cismon, Luca Ferazzoli, è più forte che mai, grazie alla vittoria in un referendum sul quale ha messo la faccia. Ecco allora che ieri Ferazzoli ha dato il benvenuto al commissario di Palazzo Guarnieri, insieme agli altri tre ex-sindaci che hanno detto sì alla fusione, Ermando Bombieri di San Nazario, Carlo Perli di Valstagna e Mauro Illesi di Campolongo. Tutte le loro competenze sono passate nelle mani del commissario, che proviene dalla prefettura di Pordenone e ha 60 anni. “Avrò i poteri del sindaco, della giunta e del consiglio comunale – ha detto il commissario – ma, non essendo questo commissario dettato da un evento traumatico ma da una nuova legge, lavorerò a stretto contatto con i primi cittadini”. Ciò non significa, ha precisato il commissario, che alcune decisioni saranno ancora prese dagli ex sindaci, che in effetti sono decaduti dai loro consigli comunali in questo momento. Tuttavia, avranno il compito fondamentale di indicare al prefetto quali siano le priorità delle varie località della Valbrenta. Inoltre, come sottolineato da Mauro Illesi, ci sono vari tipi di lavoro in attesa di partenza a breve termine. “Istituirò un comitato di cui parteciperanno gli ex-sindaci – prosegue Russo – ma le loro competenze saranno di carattere consultivo: in sostanza, saranno informati passo dopo passo di tutte le decisioni che prenderò, a differenza di quanto avviene in altre commissioni “. Russo conosce bene il territorio, essendo stato commissario ad Enego nel 2007. «Il mio compito sarà quello di rendere il nuovo comune efficiente al 100% in vista delle prossime elezioni – ha sottolineato -. Mi occuperò della riorganizzazione degli uffici e della nuova macchina municipale. Sarò presente a Valbrenta almeno una volta alla settimana e ogni volta che ce n’è bisogno

7