Il mistero dei capretti scuoiati e macellati lasciati in dei sacchi in un parcheggio della statale 47 Valsugana a Cismon del Grappa

In un parcheggio della statale 47 Valsugana, nel Comune di Valbrenta, o meglio nel territorio dell’ex comune Cismon del Grappa, sulla corsia che va in direzione di […]

In un parcheggio della statale 47 Valsugana, nel Comune di Valbrenta, o meglio nel territorio dell’ex comune Cismon del Grappa, sulla corsia che va in direzione di Trento è stato fatto un macabro ritrovamento. Infatti in alcuni sacchi neri per la spazzatura sono stati ritrovati dei capretti scuoiati e macellati .

I sacchi con i resti dicaprettiE’ intervenuta la Forestale sotto la guida del comandante Stefano Dimartino che ha interpellato i veterinari dell’Ulss 7 Pedemontana.

Nella mattinata si notavano dei sacchi abbandonati disordinatamente nel piazzale adiacente la fortificazione del Covolo del Buttistone,alle porte di Cismon. Cose in parte comune visto che molti in transito ne approfittano per abbandonare i propri rifiuti.
Ma invece nei sacchi c’erano resti di cuccioli di ovino, insieme alla testa di una pecora tutti scuoiati e fatti a pezzi.le carcasse avevanociraca due giorni.
Non è chiaro il motivo e molte ipotesi sono aperte . Potrebbero essere dei rest abbandonati da dei pastori in transito , o i resti di qualche macelleria , oppure anche se l’ipotesi è fantasiosa resti di qualche tipo di macellazione rituale.
Le indagini con le testimonianze e le riprese video cercheranno di fare luce su questo.