Alverà Cortina no alle centraline idroelettriche sul torrente Bigontina

Anche a Cortina il problema centraline idroelettriche infatti 40 cittadini di  Alverà con l’aiuto dell’avvocato Martina Zampieri hanno inviato una istanza al Presidente della Regione Veneto Luca […]

Anche a Cortina il problema centraline idroelettriche infatti 40 cittadini di  Alverà con l’aiuto dell’avvocato Martina Zampieri hanno inviato una istanza al Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, al presidente della Provincia di Belluno Roberto Padrin ; al sindaco di Cortina Gianpietro Ghedina al fine di sospendere due progetti di centralina idroelettrica, presentati e inseriti nel Bollettino regionale, che interessano il torrente Bigontina che attraversa l’abitato di Alverà. Uno dei due progetti prevede la costruzione dell’opera di presa tra le località Rio Gere e lago Scin, e la centralina a Pecol; nel mezzo i tubi di presa che attraverseranno l’abitato di Alverà. Un’opera da 4 milioni di Pro Iter Dolomiti Derivazioni. Un’altra cetralina è prevista invece tra Pecol e il ponte sul torrente Bigontina, nel centro di Cortina, a fianco della circonvallazione. Il torrente Bigontina è particolarmente pericoloso, anche perché alimentato dal vicino torrente Rio Gere, interessato da piene improvvise, con importanti rilasci di detriti che si staccano dal Cristallo. Lo scorso Agosto il torrente Bigontina era tracimato uccidendo Carla Catturani oltre a provocare numerosi danni.

BOMBA D'ACQUA A CORTINA, UNA DONNA MUORE SOTTO UNA FRANA