A Oliero di Valstagna il nuovo serbatoio d’acqua

Inaugurato a Oliero di Valstagna il nuovo serbatoio d’acqua.Un bacino che serve per i periodi di siccità che soddisfi 30 mila abitanti dell’area, vale a dire Altipiano […]

Inaugurato a Oliero di Valstagna il nuovo serbatoio d’acqua.Un bacino che serve per i periodi di siccità che soddisfi 30 mila abitanti dell’area, vale a dire Altipiano e Bassano.
Il serbatoio nuovo va a sostituire il vecchio serbatoio risalente agli anni 70. HA una capacità 2600 metri cubi di acqua che stocca falle sorgenti dei Fontanazzi e di Oliero. Il serbatoio è in grado di servire anche l’altipiano di Asiago grazie a delle pompe da 1,86 Megawatt per un dislivello di 1241 metri . Si tratta del secondo differenziale di altezza che troviamo in Europa. IN ultima analisi il serbatoio risolve in parte le necessità di approvvigionamento idrico dell’Altipiano che storicamente è piuttosto carente. Infatti spiega il presidente del Consiglio di gestione di Etra, Andrea Levorato «Grazie a quest’opera è ora possibile inserire la centrale nella rete acquedottistica dell’Alto Vicentino, cosa che ci permetterà di affrontare in modo migliore eventuali situazioni di criticità, come la siccità”.
La fisionomia del serbatoio richiama il sistema dei terrazzamenti della Valbrenta, cosa che è stata gradita dal sindaco di Valstagna Carlo Perli, «Etra è riuscita ad inserire perfettamente la nuova struttura nel suo contesto In questo modo è stato salvaguardato il paesaggio, oltre ovviamente all’acqua, la cui disponibilità sarà una delle problematiche del futuro. Per questo dobbiamo difendere l’acqua con tutte le nostre forze». Da notare poi la cura anche nell’isolamento acustico del sistema di pompaggio.